Diesel berlina

 

A listino nel 1981 compare una versione diesel (6.897.000 lire), motorizzata dal più piccolo motore diesel al mondo, un 1300 derivato dal noto 1050 brasile, la testata è simile al 1050 ma cambia nelle precamere di combustione che sono di tipo a vasca,  vengono impiegati iniettori appositamente studiati e si utilizza uno smorzatore per contenere le vibrazioni che sono uno dei difetti più evidenti oltre la rumorosità.

Sicuramente a livello ingegneristico è un piccolo miracolo, anche considerando il limitato badget messo a disposizione dei progettisti per sviluppare un motore parco nei consumi da poter offrire ad una clientela molto attenta ai costi d’esercizio.

Considerando le vibrazioni viene utilizzata come scocca quella della versione brasiliana, la 147. Esteticamente cambiano il cofano che allunga di qualche centimetro il muso, la calandra di nuovo disegno, fanaleria e cerchi (simili a quelli del 128 coupè, monta i 145 R13).

All’interno troviamo gli interni della 1050 CL, ma con diversa strumentazione (dovuta all’impiego del motore diesel)

Le dimensioni della diesel sono diverse rispetto a quelle delle versioni a benzina, infatti è più lunga di ben 9,5 cm, più larga di 13 cm, più alta di 5 cm e più pesante di 105 kg.

Esce di scena nel 1983.